Piastrelle: problemi e patologie

Quali sono i problemi che possono capitare a chi acquista un pavimento in piastrelle di ceramica? Quali patologie possono rovinare una piastrellatura? e, soprattutto, come si anticipano ed evitano questi problemi? 

Queste sono le domande che cercheremo di rispondere in questo articolo, suddividendo i problemi in tre categorie:
► Non conformità rispetto alle aspettative
► Problemi di piastrelle e problemi di posa
► Problemi di durabilità nel tempo

 

Approfondimenti

Faq

► CARENZA DI INFORMAZIONI E DI COMUNICAZIONE

Problemi di comunicazione

La prima categoria di problemi che si possono creare quando si acquista un pavimento in piastrelle riguarda le false attese, la mancanza di comunicazione, i fraintendimenti, l'assenza di controlli in cantiere... insomma piccole omissioni nella comunicazione o malintesi che possono ingenerare piccoli ma anche grandi problemi. 

1.1 Piastrelle arrivate sbagliate

Problema: le piastrelle sono differenti da quelle ordinate

problemi piastrelle arrivate sbagliate

Il primo caso è quello in cui vengano consegnate delle piastrelle completamente diverse da quelle ordinate. Attenzione: non si tratta di una tonalità differente ma di un vero e proprio errore nell'ordinare il prodotto scelto. 
Che cosa succede se ci si accorge dell'errore quando le piastrelle sbagliate sono già state posate? Chi risponde del danno? 

>>>Piastrelle differenti da quelle ordinate>>>

1.2 Piastrelle che sembrano sbagliate

Problema: le piastrelle "sembrano" sbagliate

Problemi piastrelle: sembrano sbagliate

Può capitare che un cliente percepisca una netta differenza tra la piastrella scelta e quella consegnata sebbene la piastrella sia stata correttamente ordinata.
Questo può essere dovuto ad una illuminazione troppo calda o troppo fredda in negozio, diversa da quella della casa.
Oppure ad una posizione dei campioni in verticale nel negozio, che farà percepire diversamente la piastrella rispetto alla disposizione orizzontale nell'abitazione.
Infine può essere il noto problema dei toni: ogni lotto produttivo differisce dal precedente per una piccola differenza nei toni. 
Nell'articolo di cui ti metto di seguito il link, approfondiremo assieme questi e altri aspetti che possono ingenerare false attese e delusioni: 

Piastrelle che sembrano sbagliate

1.3 Piastrelle insufficienti

Problema: la quantità di piastrelle ordinate non basta

Mancano piastrelle per finire il lavoro

Una insufficiente quantità di piastrelle può sembrare un problema banale... ma così non è.
Oltre al disagio di dover sospendere il lavoro e far tornare il piastrellista, vi è il rischio di non riuscire più a trovare la piastrella dello stesso tono di quella che si è già iniziato a posare. 
In questo articolo vediamo le cause e che cosa fare per evitare questo problema.

Piastrelle insufficienti: come evitare questo rischio

► PROBLEMI DI CONFORMITÀ DI PIASTRELLE E DI POSA

problemi piastrelle conformità

La seconda categoria di problemi riguarda difetti - reali o presunti - che il committente segnala relativi alla piastrella o della piastrellatura una volta ultimata.

2.1 Piastrelle non planari

Problema: la piastrella non è planare!

problemi piastrelle planarità

Dobbiamo distinguere tra piastrella e piastrellatura: la piastrella è il singolo elemento, mentre la piastrellatura è il pavimento composto dalle diverse piastrelle una volta che sono state posate e stuccate.
Iniziamo ad analizzare la non planarità riferita alla singola piastrella. 

Si può presentare in una partita di piastrelle la presenza di singole lastre non planari, quindi con superficie concava o convessa. Esiste una tolleranza definita per le piastrelle, espressa dalla norma Uni En Iso 10545.2 che definisce fino a che valori una piastrella può essere considerata planare e quando, invece, deve essere considerata difettosa. 

>>>Planarità delle piastrelle in ceramica>>> [in preparazione]

2.2 Pavimento in piastrelle non planare

Problema: la piastrellatura non è planare

 

pavimento in piastrelle non planare

Se, invece, la piastrella è planare ma è la piastrellatura a non essere planare? 
Questo accade molto più spesso ed è, tra i problemi, uno dei più riscontrati. Quello che accade è che il direttore lavori oppure il committente segnali la presenza di dislivelli tra una piastrella e l'altra, la formazione di "denti" in corrispondenza di piastrelle adiacenti. 
Abbiamo dedicato a questo uno specifico articolo, clicca qui di seguito per leggerlo:

Dislivelli tra piastrelle, cosa sono, cosa dicono le norme e come evitarli?

Va ribadita, anche in questo caso, l'estrema importanza della corretta esecuzione del massetti o la verifica della perfetta planaria del supporto su cui si vanno ad incollare le piastrelle. Un supporto irregolare non potrà che causare altre irregolarità nella superficie piastrellata.

Se dobbiamo posare grès di spessore sottile (le grandi lastre di grès laminato) il controllo della regolarità del supporto assume ancora più importanza. La norma Uni 11493 attribuisce al direttore lavori il compito di controllare la planarità del massetto. Da parte nostra suggeriamo che anche il posatore, prima di posare, effettui un controllo accurato e che, nel caso di gravi irregolarità, si rifiuti di posare se non viene posto rimedio.

La letteratura tecnica di settore evidenzia come il committente, solitamente, ha una sensibilità decisamente maggiore rispetto ai livelli previsti dalla norma. Chiaro che in caso di contestazione valgono le norme ma - al fine di ottenere la soddisfazione del cliente - noi (e molti altri operatori del settore) cerchiamo di lavorare a livelli qualitativi migliori di quelli prescritti.

2.3 Dimensioni delle fughe irregolari

Problema: le fughe tra le piastrelle sono irregolari

problemi piastrelle: fughe irregolari

Un altro dei problemi che possono emergere, a lavori ultimati, riguarda la differente dimensione (ampiezza) delle fughe. 
Questa problematica si può ricondurre fondamentalmente a due cause:
► delle piastrelle non perfettamente calibrate (misure dei lati differenti da una piastrella all'altra)
► una posa non sufficientemente accurata o senza l'utilizzo di attrezzature per regolare le dimensioni delle fughe. 
► da una progettazione errata (prescrizioni di posa a giunto unito, o piastrelle rettangolari sfalsate di metà).

Ne parliamo approfonditamente in questo articolo:

Problema su pavimento in piastrelle: fughe con larghezze diverse

Riceviamo domande frequenti sull'argomento, come ad esempio la domanda di questo clienti:

FAQ: Piastrelle con fuga irregolari, voglio il rifacimento!

2.4 Piastrelle con fughe a chiazze, scolorite

Piastrelle: il problema delle fughe "a chiazze"

Problema piastrelle fughe chiazzate

Può accadere che al termine della posa le fughe presentino una colorazione "a chiazze", a macchie, con dei colori più chiari in alcuni punti e più scuri in altri. 
Le cause possono essere differenti così come l'entità del disagio che può essere appena percepibile oppure mettere a repentaglio l'estetica del pavimento. 
In questo articolo esaminiamo le cause, vediamo come evitare questo problema e proponiamo dei rimedi:

Problema sulle piastrelle: le fughe a macchie

2.5 Macchie sulle piastrelle al termine della posa

Problema: macchie sulle piastrelle

Problemi piastrelle: macchie dopo la posa

Al momento della consegna del pavimento, quindi dopo la posa e la stuccatura delle piastrelle, al direttore lavori viene affidato il compito di verificare la piastrellatura. Tra le cose che si devono verificare c'è anche la possibile presenza di macchie persistenti. 
Quali sono le cause di queste macchie? Come si rimuovono? Ne parliamo in questo articolo:

Macchie sulle piastrelle al termine della posa

2.6 Cavillo sulla piastrella

Problemi sulle piastrelle: il cavillo

Problema delle piastrelle, il cavillo

Il cavillo è una piccola crepa, una lesione superficiale in qualche caso più visibile, in altri quasi invisibile. Non sempre è un difetto, qualche volta è un effetto ricercato. Ma in alcuni casi è un difetto che può insorgere anche dopo mesi dalla posa in opera. 
Scopri di più su questo problema cliccando qui:

>>>Il cavillo nella piastrella in ceramica>>>
 

2.7 Piastrelle che cantano a vuoto

Problema sulle piastrelle: cantano a vuoto

Problema di piastrelle che cantano a vuoto

Perché le piastrelle cantano a vuoto? quali sono le cause? e a che cosa porta questo sintomo? 
Ti raccontiamo tutto nell'articolo:

>>>Piastrelle che cantano a vuoto>>> [in fase di revisione]

2.8 Le fughe sono più basse della piastrella

Piastrelle: il problema della fuga troppo bassa

Piastrelle: il problema delle fughe troppo basse

 

Può accadere che il committente si lamenti perché la fuga è più bassa rispetto alla piastrella.
Per quanto bravo possa essere il posatore nell'applicare uno stucco cementizio e nel pulire il pavimento dopo la stuccatura è impossibile che le fughe sia allo stesso livello, alla stessa altezza, della piastrella.
E' impossibile avere una superficie continua, insomma. Va tenuto presente che la stuccatura è base di acqua e la semplice evaporazione della stessa comporta un fisiologico calo

► DURABILITÀ DELLA PAVIMENTAZIONE NEL TEMPO

Una terza categoria di problemi riguarda la durabilità nel tempo della piastrellatura che può essere compromessa da vari fattori. 

3.1 Piastrelle rotte e che si staccano

Problemi in una piastrellatura: rottura e sollevamento

problemi con le piastrelle: rottura

 

La rottura di piastrelle può essere causata da un incidente domestico (A), come la caduta di oggetti pesanti, ma può anche essere dovuta al distacco della piastrella dal massetto (B). Una volta staccata la piastrella è molto più fragile e non resiste a sollecitazioni meccaniche intense. 
Le cause e le accortezze affinché non succeda sono oggetto di uno specifico articolo di cui metto il link qui di seguito.
Ti anticipo che il rimedio è la sostituzione piastrelle danneggiate,  che può avvenire solo se il cliente ha conservato delle piastrelle di scorta

Piastrelle che si sollevano

 

3.2 Piastrelle tossiche

Problemi sulle piastrelle: tossicità e radioattività

Piastrelle tossiche


Ci sono stati casi di cronaca in cui sono state scoperte piastrelle che avevano una radioattività anormale oppure che contenevano sostanze tossiche o nocive.
Utilizzare delle piastrelle destinate ad abitazioni private per "smaltire" rifiuti tossici o residui da inceneritori è da criminali, ma purtroppo succede. 
Sono tutti casi di piastrelle non prodotte in Italia, ma che arrivano da paesi del sud est asiatico. 
Il basso prezzo di acquisto, la mancanza di certificazioni, il marchio sconosciuto... sono tutti indizi che dovrebbero farti scattare dei campanelli di allarme.  

Piastrelle tossiche